IL BALCONE DI CASSANDRA Comunichiamo come Socrate: assertivi e maieutici

Cari B&B,

buon giorno!

La copertina di oggi è: "vedo il tutto, ma resto colpita dal dettaglio, li proprio al centro", conoscere al di la delle apparenze...


Prima di partire con il nostro aperitivo sul Balcone, una mossa d'anca dal Salento per riscaldare sangue, corpo e mente con l'Orchestra Popolare la Notte della Taranta, che con tanta ironia ci danno una 'pizzica'ta ....



Giorgia ci chiede come diventare più assertivi nella vita, con le persone e sul lavoro....parto da lontano, e busso alla porta di Socrate: Socrate, filosofo figlio della Naturalistica e della Grecia antica, ci ricorda come anzitutto sia doveroso conoscere, sapere. Cosa? Noi stessi per primi. Come? Attraverso il dialogo. Socrate è il filosofo del dialogo (dia-logos= il discorso a due), fra due parti, fra le piccole cose, fra l'uomo e se stesso, fra le scienze; ovvero egli ci invita a fare aprioristicamente l'ammissione di ignoranza, ovvero che il punto in cui noi ci troviamo non è quello finale, ma occorre andarvi oltre per conoscere altro e giungere così alla verità. "Sapere di non sapere" è il motore della conoscenza, è la curiosità che ci spinge ad andare avanti, chi sa di non sapere vuole informarsi, su come funziona un elettrodomestico, un sistema governativo, un virus o un paese. Anche viaggiare è un mezzo di conoscenza. Esplorare, indagare, leggere, studiare, ricercare, approfondire, osservare, curiosare, sono tutti sinonimi strumenti per accrescere noi attraverso la conoscenza.

(Occhio però alle fake news e alle cose sparate a caso sui social..)




Secondo step: la prima conoscenza è quella rivolta a me stesso - Socrate infatti richiamerà il detto dell'Oracolo di Delfi 'Gnose te ipsum/gnose seauthon' , finalizzata appunto a conoscere come sono fatto e quali sono i miei limiti. Non solo di conoscenza del mondo, ma anche di me stesso: cosa so fare, fin dove posso arrivare, i miei punti deboli, etc... Anche l'ironia, secondo Socrate, è una tecnica oratoria necessaria per verificare la conoscenza di sé e dell'altro e consiste nel far cadere in contraddizione il mio interlocutore, il quale perde credibilità con gli altri e se stesso e sarà costretto a rivedere la sua conoscenza, ovvero ammettendo la propria ignoranza.

Mi rendo conto che questo meccanismo è poco socially correct in questo mondo di automi omologati, ma se vogliamo tirare fuori la testa dalla nebbia e i piedi dal fango....

Ad esempio: consiglierei agli Head Hunter o ai colleghi delle HR di testare ad esempio il grado di curiosità e di noia di un candidato. La prima ci dirà molto della sua disponibilità a conoscere e quindi crescere con e per l'azienda, la seconda del suo grado di intelligenza. Lo sapevate?


Riprendiamo il discorso: altri mezzi di conoscenza - tipici della adolescenza per lo più- sono il sesso, la cultura in generale e la sperimentazione di nuove cose pratiche.


Infine, approdiamo alla Maieutica: la mamma di Socrate, Fenarete, faceva la levatrice. Così il figliolo, osservando l'utilità del lavoro della genitrice, importò nella sua dottrina filosofica, il concetto di levare, nel senso di portare al mondo la Verità. Come? A poco poco, aiutando il suo interlocutore a giungere da sé ai concetti, alle deduzioni, in ultima analisi alla verità. La M. diviene così uno strumento della retorica, potentissimo. L'insegnante, il pedagogo e lo psicoanalista non riversano nelle orecchie dei discenti o dei pazienti nozioni/informazioni o contenuti, ma insegnano a costoro, seguendo il discorso espositivo/conoscitivo, a connettere le informazioni fra di loro fino al punto in cui la persona urla "eureka!", cioè, ho trovato! Cosa? La verità, la cosa che sta nascosta dietro il velo dell'ignoranza, in una parola la maieutica è il DISVELAMENTO. La persona scoprendo da sè quella verità, la ricorderà, la farà propria e senza forzature.


Infine cosa è l'assertività se non la capacità di indurre il nostro interlocutore a scoprire da sé la verità che ci chiede?

Cara Giorgia, ecco servita la ricetta per diventare più assertivi, ma anche più colti, più auto-educati. Infatti il fine ultimo della maieutica è quella di auto-educarsi alla conoscenza, alla ricerca della verità ma con rispetto, alla larga dagli insulti che come funghi popolano i discorsi fra i nostri politicanti (tutti ignoranti qualunquemente e indistintamente ormai) che non sapendo come convincere il prossimo, anziché invocare Socrate, ricorrono ad Attila!


E a proposito di disvelamenti, Lorenzo ci suggerisce questo realistico articolo tratto dal New York Times https://www.nytimes.com/2020/04/18/health/coronavirus-america-future.html, la cui foto di copertina è un telo con zip....molto evocativa non trovate?



E per concludere, vi porto al polo nord di... Saturno ed alla sua magnifica Rosa Rossa... un viaggio extraterrestre, appunto per non porre limiti alla nostra conoscenza!

https://www.jpl.nasa.gov/spaceimages/details.php?id=PIA14944 (qui la storia della Rosa)










Don't forget to protect you and others!

















A sabato per l'approfondimento tematico settimanale... SORPRESA!


L'intento di questo Blog è quello di fornire strumenti di aggregazione a distanza e promuovere la social solidarity per contrastare il social distancing. Per questo è importante che tutti partecipiate il più possibile con idee, testimonianze e pensieri nella rubrica quotidiana del Balcone di Cassandra. Perché l'aggregazione a distanza sarà il nostro futuro!

POTETE ISCRIVERVI AL BLOG COMMENTANDO UN POST QUALSIASI, COSì OGNI GIORNO IL MIO EFFICIENTE SEGRETARIO TELEMATICO (che non so dire dove sia collocato ma so che nel pc da qualche parte c'è e funziona!!) VI MANDA UN ALERT DISCRETO SULLA VOSTRA MAILBOX, AVVISANDOVI CHE CASSANDRA HA POSTATO LE NOSTRE GARRULE FIORITURE !

Scrivetemi su info@centroclinicoweller.com o nello spazio dei commenti dei post o su whatsapp al 335.7903610, le richieste, i suggerimenti, i commenti, le idee e quant'altro può far germogliare un fiore da regalare agli altri! (perdonate i refusi ma Cassandra malgrado gli occhiali è un po' ciecata...)

27 visualizzazioni

© 2020 by Jin's Production

Telefono:  335-7903610

Via Melzi d'Eril , 26 - c/o Centro Medico Sempione

Via Goffredo Mameli, 20 - Milano

Strada Malaspina, 2 - Segrate

P.I 10312130965- C.F. MRNGSC72R68F205U

  • White Facebook Icon
  • LinkedIn
  • Instagram
  • YouTube
  • White Twitter Icon
  • Vimeo
  • Pinterest
  • TikTok
  • Blogger
  • Trip Advisor