IL BALCONE DI CASSANDRA (dove fioriscono le idee da regalare)

Aggiornato il: apr 6

Cari Lettori, oggi in testa mi è nato Il Balcone di Cassandra. Il balcone è quello di casa mia, piccino ma sempre pieno di piante e di fiori, fra i quali trovano posto uccellini vari, il gatto Sigmund (che ahimè ha solo il nome del mio sacro mentore), le chioccioline, le farfalle, le api, le vespe e le zanzare in estate. Nei momenti liberi mi incanto a guardare quante attività si svolgano in quei sei metri quadrati fra tutte quelle diverse specie animali ...incredibili! Incredibile è poi la convivenza armoniosa e civile malgrado le evoluzioni aeree degli insetti, i voli in sbieco dei passeri e i leggiadri arzigogoli delle farfalle.


Così ispirandomi ai frequentatori del mio balcone e alla storica Cassandra - che prediceva il futuro ma non veniva mai ascoltata in epoche in cui non c'erano metereologi e psicoanalisti- nasce questo spazio di cultura condivisa, il vero cibo della mente e dell'anima.

Un appuntamento quotidiano, come l'acqua che do alle mie piantine, in cui troverete notizie di psicologia, ma anche e soprattutto di cultura, musica, cinema, arte, astronomia, filosofia, letteratura, crimini e tanto altro ancora.


Però occorre che tutti voi, come gli ospiti del mio balconcino, mi portiate le vostre richieste, le curiosità i commenti e tutto ciò che volete scoprire insieme ad una curiosa incallita che ha sempre il binocolo in tasca! Più siamo e più genereremo fiori e accoglienza e idee da regalare a tutti !



Inauguriamo il Balcone oggi con questo menù: un video del dottor Samuele Ceruti, medico ospedaliero di Lugano, specializzato in medicina interna, intensiva e d'urgenza per mettere un po' di chiarezza su cosa sono i virus, cosa è una infezione virale e nello specifico cosa è il coronavirus e come agisce. La conoscenza tiene alla larga la paura e i mostri, e a proposito di mostri mi viene in mente cosa scrisse Nietzsche in Al di la del bene e del Male : “Chi combatte contro i mostri deve guardarsi dal non diventare egli stesso un mostro. E quando guardi a lungo in un abisso, anche l'abisso ti guarda dentro”.

Di questo post ringrazio la mia amica Benny che me lo ha suggerito.


A seguire invece dedico il brano musicale Per Elisa di Ludwig Van Beethoven ad Elisa, la quale mi segnala che da quando è costretta a stare a casa in clausura come tutti noi, ha riscoperto la gioia immensa non solo di stare con i suoi figli piccini, ma di riuscire a fare le cose con i suoi ritmi e tempi cioè è tornata a respirare!! ... questa è la cosa più bella (e salutare aggiunge Cassandra) che questa esperienza ci possa insegnare. Quindi, quando torneremo alla normalità (che non sarà più quella di prima) ricordiamoci di continuare a fare le cose come vorremmo noi e non solo gli altri anche a costo di rinunciare a qualcosa. Tutti noi fino ad oggi abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità - quasi sempre economiche - perché intrappolati nel miraggio che tutto è possibile senza limiti. Invece no, perché i limiti ci sono non per ingabbiarci ma per proteggerci, come recitava sempre il fu professor Giancarlo Zapparoli. Meno cose, meno orpelli, meno rincorsa dell'ultimo modello di smartphone e più respiri, più sensazioni di stare bene nel proprio corpo e nella propria vita! Citando il prof. Galimberti "fare le cose secondo misura : kata metron" Ciao Elisa e scuculazzati di più i tuoi figli (scuculazzare in dialetto catanese significa: coccolare amorevolemente) a costo di rinunciare ad un'auto migliore o ad una casa costosa...



Poi penso ad Andrea che sta per dispiegare le ali verso la vita e ha paura! Perché nessuno gli ha mai insegnato a farlo e quindi crede di non saperlo fare. Ti dedico ben due canzoni Jump dei Van Halen e non poteva mancare Nuvole Bianche di Einaudi, perché se no che cielo é?? Coraggio! Ci vuole cuore, dal latino cor - cordis, cuore, per il coraggio ci vuole cuore! e magari leggere Il gatto che insegnò alla gabbianella a volare di Luis Sepulveda...





Non può mancare un po' di letteratura noir raccontata dalle parole di Lafontaine: la storia in Giallo di Madame Voisin...... grazie a "Winston" che mi ha ispirato questo post con cui rispolveriamo un po' di storia francese della corte di Luigi XIV



Ora che i grilli iniziano i loro canti notturni e il cielo si è vestito di placida oscurità, che tutto copre e tutto protegge, godiamoci un buon libro o un po' di meditazione sulle note di Debussy con Claire de lune ....a domani!


Scrivetemi su info@centroclinicoweller.com le vostre richieste, suggerimenti, commenti idee e quant'altro può far germogliare un fiore da regalare agli altri!

#iorestoacasa #nonmiannoio

0 visualizzazioni

© 2020 by Jin's Production

Telefono:  335-7903610

Via Melzi d'Eril , 26 - c/o Centro Medico Sempione

Via Goffredo Mameli, 20 - Milano

Strada Malaspina, 2 - Segrate

P.I 10312130965- C.F. MRNGSC72R68F205U

  • White Facebook Icon
  • LinkedIn
  • Instagram
  • YouTube
  • White Twitter Icon
  • Vimeo
  • Pinterest
  • TikTok
  • Blogger
  • Trip Advisor